Vai al contenuto

Groundsman ed Innovazione

  • admin 

Bella giornata di Sole ha accompagnato il nostro seminario a Brescia presso l’azienda Paradello green, dove vi erano personaggi illustri del settore verde sportivo, i quali insieme a molti altri, hanno potuto assistere a nuove idee, nuove tecnologie, ma soprattutto l’esigenza di attorniarsi di professionisti groundsman i quali con il loro addestramento e formazione, saranno coloro che potranno fruire tali nuovi mezzi di precisione, utili ad ottenere dati necessari per la prevenzione, x la qualità del tappeto erboso, la riduzione dei costi ed infine per ultimo ma non meno importante degli altri, salvaguardia del nostro ambiente circostante.

La giornata si è svolta con la sequenza di professori tecnici e consulenti, della PrecisionTurf con AD il dott. agronomo Fabrizio Salto e interventi mirati all’uso della tecnologia multispettrale e termografiche che vanno oltre il visibile, dove il nostro occhio non può arrivare, ma che apparecchiature specifiche, corredati di fotocamere, softwar e droni, faranno si percepire e capire dove quando e come , dobbiamo intervenire preventivamente per scongiurare , lo stress idrico per esempio, stress di azoto, oppure limitare le malattie ed insetti, influenza minima della radiazione solare, gestione del personale e dei macchinari, ecc. creando dati reali da inserire nel nostro quaderno di campo, utile per i successivi confronti tra una stagione ed un altra oppure nella stessa stagione dell’anno successivo.

Tale metodo di prevenzione abbinata ad una analisi del terreno, sarebbe si ottenere quel corretto equilibrio organico-minerale, oltre ad un pH ideale, per ottenere un campo sano e rigoglioso, eliminando sprechi ed agevolando il lavoro di concetto e pratico del groundsman.

La tecnologia già da tempo si è impadronita delle fasi agronomiche e così non poteva non mancare tra i noi il nostro ambasciatore head groundsman Gianni Casini cui é impegnato nei terreni di gioco dell’Allianz Riviera in Francia, per seguire norme e protocolli vigenti dalle Federazioni nazionali ed internazionali, sempre nel rispetto della sicurezza e performance del gioco, sempre più tecnico sempre più digitale nel rispetto dell’ecosostenibilità, cui vuole trasferire insieme a Grassmed tale arte anche in Italia.

Cosa aggiungere in questo periodo con presenza del covid è facile lasciarsi andare abbandonandosi alle lamentele pensando al peggio, ma sappiamo che nei periodi di confusione o di crisi, solo in pochi capiranno che questa è l’ora di cavalcare l’onda per dare una svolta ad ogni propria singola vita, conseguente così sarà quel cambiamento di una nuova era , che tutti noi attendiamo, già davanti i nostri occhi, dai cambiamenti di alimentazione delle nostre auto e così dei macchinari come trattori, motrici macchine elicoidali evo,  anch’esse alimentati a batteria, pilotati da un sistema gps, per risparmiare tempo, per una migliore la precisione ed avere un minor impatto, come da tempo stanno facendo le auto huber ed ibride.

Saimo all’inizio di un nuovo percorso e noi stiamo prendendo la nostra direzione; si dice: “In uno stadio tutti vedono l’erba ma non il campo, noi groundsman al contrario dobbiamo sondare il campo per far vedere l’erba”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »