Vai al contenuto

Di che colore verde è il tuo campo?

  • admin 

              

Che colore rivela l’erba

Il colore dell’erba è il primo indicatore visivo dello stato di salute della pianta. Comunica le condizioni ambientali che l’erba sperimenta, ad esempio, quanta luce solare e pioggia riceve e com’è il terreno. Diverse specie di erba hanno colori diversi e il colore dell’erba può cambiare leggermente durante l’anno. Tuttavia, finché la pianta è sana, il colore dovrebbe essere uniforme e sostenuto e anche l’erba apparirà lucida. Al contrario, una pianta sofferente presenterà un colore eterogeneo e debole.

Le erbe comunemente utilizzate nelle superfici sportive producono molta clorofilla, che assorbe la luce necessaria per la fotosintesi. La clorofilla dona all’erba il colore verde scuro che spesso si cerca. Quando l’erba riceve molto sole durante la primavera o l’estate, potrebbe anche assumere un colore verde più scuro. L’erba che non può più estrarre i nutrienti giusti dal terreno produrrà meno clorofilla e diventerà giallastra. Questo può accadere anche quando l’erba è troppo bagnata. L’erba sott’acqua assume spesso un colore blu-verde prima di sbiadire in un colore giallo-marrone.

La presenza di una sfumatura rossa o viola può indicare che la pianta è sotto stress termico o nutritivo. Lo scolorimento può anche essere dovuto all’attività della malattia delle macchie fogliari, dove la presenza di molte lesioni delle macchie fogliari conferisce al tappeto erboso nel suo insieme una tonalità diversa.

L’indice di vegetazione a differenza normalizzata (NDVI) per la densità dell’erba e il colore dell’erba indica le condizioni di salute sia della pianta dell’erba che della superficie dell’erba. Una superficie sana contribuisce all’esperienza di gioco, riduce il rischio di lesioni per giocatori  e sembra più attraente e divertente per gli spettatori. Una superficie erbosa sana richiede meno manutenzione e non dipende da fertilizzanti o pesticidi per mantenere le sue condizioni originarie o mantenerla libera da parassiti o infestazioni.

C’è da aggiungere che poiché le condizioni invernali possono essere particolarmente devastanti per la salute di un campo in erba, un’accurata comprensione delle sue condizioni in quel periodo dell’anno aiuta a garantire un campo ben performante alla fine della stagione sportiva, quando il risultato finale per il le squadre sono in fase di determinazione. “La combinazione di basse temperature e livelli di luce naturale più bassi che si sperimentano nei vari pitch nella maggior parte dei paesi europei, fa sì che le condizioni del campo diminuiscano in quel periodo dell’anno”, e così ecco la necessità di usare sempre più i dati con strumenti che aiutano sicuramente a gestire l’uso di acqua, pesticidi e fertilizzanti. Il primo sta diventando sempre più una merce rara in tutto il mondo, mentre i fertilizzanti sono diventati molto costosi in questa regione. I dati aiuteranno a bilanciare la necessità di questi, pur affrontando la pressione dell’hosting di giochi di alto profilo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »