Vai al contenuto

Lettera Aperta

IFGI (Istituto Formazione Groundsman Italiano) è un Istituto di recente costituzione (2017), che basa la sua attività su pluriennali e consolidate conoscenze ed esperienze nel settore della preparazione, manutenzione e rigenerazione dei terreni dei campi sportivi, inoltre può vantare collaborazioni con organizzazioni di formazione e consulenza di rilevanza internazionale, specie quella inglese, cui seguiamo loro linee guida.

La nostra Mission è formare giardinieri e amatori che abbiano una esperienza decennale nel settore oltre i codici Ateco ritenuti necessari, periti agrari e agronomi, architetti e geometri facenti parte delle amministrazioni comunali per quel settore sportivo dove sta nascendo una maggiore sensibilizzazione professionale da parte di Enti, Federazioni, Società, Media.
La funzione chiave è quella di intraprendere tutte le attività legate alle strutture sportive campi di calcio, rugby, tennis etc. al fine di rispondere in modo adeguato alle esigenze dei vari responsabili del settore e garantire che il sito sia mantenuto seguendo livelli ottimali standard, che salvaguardano la sicurezza e la performance dell’atleta, oltre l’importante fattore estetico, necessari per i diritti televisivi.

La qualifica che IFGI rilascerebbe alla fine del percorso formativo è “Groundsman” e ciò significa:

  • applicazione corretta dei concimi di sintesi e Bio, fitosanitari, con razionale uso idrico e tecniche di recupero;
  • manutenzione preventiva in pre-emergenza, come spesso non accade, pianificata sulle varie tipologie di superfici;
  • analisi dei processi vitali naturalmente presenti, con presupposto del risparmio delle risorse, mettendo in pratica metodi e sistemi all’avanguardia già sperimentati.
  • scelta delle varietà graminacee che il mercato offre utilizzando criteri d’esperienza e metodi sperimentali da centri di ricerca Istituti Universitari, Enti privati.
  • uso e mantenimento dei macchinari in modo corretto, dopo praticato varie ore di tirocinio presso strutture equipaggiate come stadi con personale già formato.

 

In concreto il Groundsman si occupa di applicare quotidianamente a fondo i processi naturali che stanno alla base della vita, in modo particolare di quella vegetale, minerale e dei microrganismi, sfruttando le esperienze dei docenti stessi , unito ad un circuito di esperti internazionali in continuo contatto con il mondo scientifico sulle evoluzioni delle essenze e dei loro fabbisogni vitali, non di meno il supporto con linee guida che i colleghi inglesi ( con esperienza trentennale) saranno disposti a scambiare, per offrire al mondo agronomico sportivo, soluzioni efficaci e sostenibili.

Sostenibilità è il concetto di riferimento centrale per IFGI ed è l’elemento guida sia nelle proprie attività che nelle applicazioni quotidiane per un ritorno sempre più Bio, evitando dilavamenti inquinanti, dati da eccessi ed evitabili sprechi.
Le offerte IFGI insieme alla nostra stessa associazione GrassMed (Groundsman Association Mediterraneo) con docente di UNIPA, un head groundsman proveniente da esperienze estere e altri professionisti del settore, si basa su nuove tecnologie, servizi e prodotti all’avanguardia, che articoliamo su due fasi principali:

1. FORMAZIONE

IFGI intende un percorso, già collaudato dal 1934 dai Groundsman inglesi cui si basano i principi FIFA e UEFA, i quali in termini di manutenzione del verde, hanno tracciato le linee guida. Il Corso è composto da 4 livelli + continui aggiornamenti in campo ed in aula, in modo da mettere in risalto l’utilità dei moduli di studio sia infase teorica che pratica.
IFGI, adeguandosi al suo clima Mediterraneo di Transizione, offre ai Team di manutenzione una formazione nel campo della pedologia con diversa provenienza, struttura e composizione; possibilità di scelta varietale sia da microterma che da macroterma e quant’altro. Tali variabili imprescindibili ci hanno messo in condizioni di valutare e modellare una mirata preparazione così da creare un programma di studio e approfondimento adeguato alle nostre esigenze temporali.

STRUTTURA DEL CORSO PER GROUNDSMAN:

  • Assistente Groundsman (1° Livello)
  • Groundsman (2°Livello)
  • Assistente Groundsmanager (3°Livello)
  • Groundsmanager (4°Livello)

 

Oltre le 160h divise in lezioni teoriche e pratiche, tra il 1° e il 2° livello e successivo al 2° livello è previsto che l’aspirante Groundsman svolga un periodo di stage/tirocinio della durata minima di 80+80 h presso club sportivi ospitanti, in modo da potermettere in pratica e verificare le nozioni imparate durante i primi step del corso.

È nei nostri programmi aggiungere per non creare divario tra erba naturale e sintetica, essendo anche entrati in contatto con responsabili della LND, lezioni teoriche e pratiche di mantenimento ed igienizzazione proprio dei campi sintetici, in modo oltre ad aumentarne la loro longevità, riusciremo a dare maggiore sicurezza verso i frequentatori ed indirettamente garanzie alle loro famiglie.

Alla fine del percorso formativo con il 2° livello si terrà un esame finale, al cui superamento verrà rilasciato il “riconoscimento delle Regioni, come TECNICO DEL VERDE SPORTIVO (GROUNDSMAN)” a partire dalla Regione Piemonte e dalla nostra associazione di categoria, con attestato di frequenza per il 1° livello da parte di Grassmed e Setter (agenzia formativa).
Faranno seguito anche corsi di formazione ed informazione in forma FAD, per tenere sempre aggiornati i nostri candidati, in quel modo professionale a vantaggio della cultura e tecnologie innovative.
La quota d’iscrizione al corso sarà convenzionata con Istituti, aziende, centri sportivi o club che ospiteranno tali seminari, adeguandoci ai prezzari di scuole nazionali e comunque ai corsi groundsman Europei vigenti.

2. PROFESSIONE

GrassMed ha il compito di seguire i corsisti uscenti dalla formazione ed accompagnarli, con azioni reali verso quella direzione cui possano praticare tale professione cioè in campo, creare un servizio di noleggio a caldo, per avere macchinari specializzati e mantenute e la cura dei propri terreni digioco in modo vantaggioso, viaggiare insieme a loro verso destinazioni estere nei pitch dove saranno presenti groundsman veterani, organizzare eventi a tema e quant’altro…

Così avremo:

Assistente Groundsman and Groundsman: 1° + 2° livello

  • saranno coloro che si lanceranno in un campo Pro o dilettantistico, cercando di relazionarsi con il personale di manutenzione già presente, meglio se utilizzano già protocolli standardizzati, UEFA per esempio, ma allo stesso tempo con l’amministrazione del club per capire dal budget disponibile della società sportiva, finché possa capire fin dove osare per il buon mantenimento del manto erboso.
  • seguiranno tabelle di lavoro con cadenze mensili o meglio stagionali, che andranno sempre più ad affinarsi, anno dopo anno adeguando le esigenze del campo in gestione nel loro territorio;
  • avranno particolari attenzioni biologiche, dove il punto di partenza sarà sempre e comunque un’attenta valutazione delle condizioni pedologiche e temporali nel campo dopo scrupolosa analisi del terreno.
  • Certo sarebbe più interessante se tali stagisti/tirocinanti fossero accompagnati da Head groundsman con espedienti, cui in Italia troviamo solo a San Siro al momento, e/o provenienti da Paesi a noi vicini, inserendoli così in nostri club professionisti con una visuale aperta alle innovazioni.

Groundsmanager: 3° + 4° livello

Con il succedersi degli anni e delle esperienze nel proprio campo, ma anche in altri campi nazionali ed esteri, sarà possibile continuare con la formazione con il 3° e 4° livello, con materie specializzate e approfondite riguardanti non solo il pitch ma tutta la struttura dell’impianto sportivo con argomenti che tratteranno:

  1. l’inserimento delle fibre sintetiche nel campo naturale e suoi vantaggi;
  2. uso e vantaggi delle lampade UV a luce viola nel prato, e così suoi benefici;
  3. utilizzo di impianti di riscaldamento ed aspirazione sotto i campi sportivi e sue evoluzioni;
  4. accenni di diritto sportivo dell’atleta in campo ma anche tutela dei lavoratori;
  5. nuove evoluzioni nell’uso dell’Energie rinnovabili, e/o uso di lampade LED negli impianti sportivi, nella ricerca di trovare un’autonomia della struttura stessa;
  6. impianti di drenaggi e loro peculiarità, nel salvaguardare i campi di gioco;
  7. utilizzo di nuove tecnologie e macchinari all’avanguardia per migliorie dei campi stessi;
  8. La sicurezza dei frequentatori e lavoratori, cui per alcuni Decreti-legge è necessaria la presenza di un responsabile tecnico che vige sulla loro incolumità;
  9. Saranno prese in causa ragioni che prestano attenzione Ecologica, Sostenibilità, Salubrità nel mondo dello Sport.

 

Una Vostra scelta responsabile a supportare la crescita di questa nuova figura professionale con i mezzi a Voi accessibili, risponderebbe alle richieste dei tanti candidati aspiranti in tutta Italia, i quali attendono interesse verso una professione oramai riconosciuta a livello internazionale dalle organizzazioni come FIFA e UEFA, data dalla sensibilizzazione della nostra associazione GRASSMED sta rivolgendo verso quel compartimento che la manutenzione chiede ai professionisti tecnici, oggi ancora mancanti, della tutela dei nostri impianti sportivi.
Personaggi illustri che lavorano in stadi di 1° categoria fino alle ASD/SSD ed in altre strutture sportive, giornalisti e Comitati sportivi, associazioni per le imprese sportive, agenzie formative, docenti universitari, professionisti groundsman inglesi…, sono
dalla nostra parte verso quella direzione della PROFESSIONALITA’ e così rendere i campi sportivi adeguati di performance e sicurezza verso gli atleti giovani e meno giovani, uno status quo ordinario e quotidiano.
La nostra associazione culturale, darebbe così uno sprono a quelle nuove professioni utili alla nostra società non solo sportiva, ma economica, intellettuale, sostenibile all’avanguardia, così da scoprire insieme un mondo sportivo strutturale, ancora a noi sconosciuto, rimasto troppo tempo fermo su principi da tempo superati.

Certi di aver fatto cosa giusta
Rimaniamo in attesa di Vostri possibili propositi.

In fede
Direttore GRASSMED
Giovanni Taverna

Translate »