Vai al contenuto

Pitch point

È necessario seguire opportuni protocolli, dettate dalle principali FEDERAZIONI (fifa e uefa), per ottenere i migliori PICHT e così poter essere candidati a campionati europei o mondiali, come la Champion League, Football World Cup ed altre competizioni internazionali, come anche partecipare alle valutazioni Nazionali per i migliori campi italiani MOST VALUABLE FIELD (new Serie A) e MIGLIOR CAMPO (Serie B).

Lo stesso percorso è seguito da altri Paesi, che seguendo lo stesso criterio con valori, stabiliti da protocolli universali e misurati da strumenti certificati, hanno tutti lo stesso obiettivo e cioè quello di rilasciare campi sportivi sicuri e performanti per gli atleti, oltre a quella omogeneità del colore verde, per contribuire così alla spettacolarità di quel preciso evento.

La misurazione e così compatibilità di gioco seguendo regole e protocolli comportamentali da parte del groundsman, utilizzando strumenti adeguati e certificati rendono il terreno di gioco conforme alle norme FIFA e di altri Paesi che dovranno adeguarsi a tale Federazione, i quali con propri tecnici ispettori, prima di un match internazionale eseguono controlli utili all’approvazione del PITCH seguendo specifici test quali: 1) infiltrazioni/drenaggio, 2) rotolamento, 3) rimbalzo, 4) umidità del suolo, 5) densità erbosa, 6) approfondimento radicale, 7) presenza del feltro, 8) durezza del terreno, 9) trazione superficiale, !0) Planarità del terreno, 11) altezza dell’erba..
Translate »