Vai al contenuto

Ricerca

È nostra intenzione legarci alla Università di Palermo tramite il prof. Mauro Sarno, docente della sezione tappeti erbosi (SAAF) nonché istruttore nei nostri corsi di formazione GrAssMed, così da condurre ricerche a cielo aperto o in laboratorio, prove su parcelle o in campo sportivo direttamente con varietà e cultivar presenti, utilizzando software e strumenti avanzati in nostra dotazione, lungo il territorio variegato del nostro territorio, con climi, suoli, salinità, esposizione, altitudine, umidità, insetti virus e batteri…differenti.

In questo modo così potremmo monitorare comportamenti di adattabilità per le varietà testate, seguendo combinazioni di fertilizzazione di sintesi o microbiologiche, interazione con substrati, stress idrico, individuando le resistenze alle temperature estreme, come anche alle malattie, o nelle zone con più ombra, una volta che tali parcelle saranno sottoposte ai tagli regolari e frequenti calpestii, come accade in un normale campo di calcio o di rugby.

In tal modo, l’organizzazione tra GrAssMed e l’UNIPA unita con la loro rete interdisciplinare ed istituzionale, a tutte le altre Università nazionali ed internazionali e che trattano l’argomento del tappeto erboso, potremmo lavorare in sinergia, con groundsman ed aziende dislocati in tutto il territorio ed ottenere una logistica opportuna per il recupero dei dati (sempre più utilizzati) e corretto mantenimento delle parcelle/campo; a tal fine gli Istituti Pubblici dai dati ottenuti, ne estrapolerebbero le conclusioni per poi essere pubblicate nelle edizioni scientifiche globali, citando allo stesso gli attori di tale ricerca insieme ai loro servizi e strumenti utilizzati.

In collaborazione con Research Center, un centro sperimentale nel padovano, con più di 400mq di terreno, stiamo creando un modello di ricerca per replicarlo in vari punti del nostro territorio, per avere una veridicità comportamentale, ad ampio raggio con più climi e microclimi cui le nostre varietà vanno soggette e quindi capirne le loro tolleranze limite, senza farsi suggestionare ne dalla specie, né dal brand della casa madre, in quanto ogni cultivar avrà un proprio codice identificativo incognito, per così procedere nella ricerca, senza alcuna interferenza

Translate »